slide


Anche in questo 2017 la scuola ha offerto agli studenti la possibilità di vivere una serie di uscite in ambiente naturale, praticando il trekking o la Mountain bike.

Siamo partiti dall'antica ferrovia Capranica - Civitavecchia, per finire con lo speciale week end del 3 e 4 giugno quando, per la prima volta, abbiamo compiuto un'uscita di due giorni con tende montate dai ragazzi e cucina all'aperto, sempre gestita da loro.

Ciliegina sulla torta, la camminata in notturna per raggiungere la cima del monte Semprevisa e da lì goderci il sole che sorge. In mezzo, le salite verso la cima del Monte Circeo che hanno visto la partecipazione di cento studenti e una dozzina di insegnanti, distribuiti in tre turni.

Quali sono gli obiettivi alla base di questo tipo di esperienze?

Beh, sono diversi. In rapida sequenza:

  • ritrovare il contatto con se stessi e con gli altri attraverso il contatto con la natura;
  • fare esperienza di gruppo rafforzando i legami con i compagni e con i docenti;
  • sperimentare l'armonia e la bellezza che la natura regala;
  • conoscere il nostro territorio;
  • vivere un tipo di apprendimento che passa anche attraverso il corpo (che non è poco, considerando le massicce dosi di mondo virtuale che pervadono sempre più il nostro quotidiano);
  • scoprire che la scuola non è solo banchi e muri, ma persone, avventura, scoperta, legami solidali, stupore.

Al netto della fatica (ma esistono bellezza e apprendimento senza fatica?), l'esperienza si è dimostrata efficace. E quindi ci sentiamo di poter dire che anche il prossimo anno ci troverete con gli zaini in spalla, pronti ad uscire. Come l’uomo di Platone dalla caverna.

Un grazie ai ragazzi che hanno accettato di mettersi in gioco e un grazie ai prof che hanno accettato di mettersi in viaggio anche loro, con tanta passione oltre che un po’ di sana follia.


Presentazione fotografica

 


 Le foto


 IMG 5478


IMG 5480


IMG 7108


IMG 7126


IMG 7142


IMG 7256


IMG 7569


IMG 7577


IMG 7857 


IMG 7879


IMG 7927


IMG 7931


 

 RomeCup 2018

Il FabLab dell'ITI Faraday ha partecipato con 4 team 2 explorer senior e due explorer junior. Rispettivamente ci siamo classificati 1' su 24 e 7' e 13' su 48.

In più grande successo di pubblico nella nostra area espositiva per i progetti realizzati nel FabLab.

 IMG 20180417 105635 resized 20180423 110518086 COLLAGE

LINKguarda tutte le foto dell'evento

“Cammini dentro l’Europa – Studenti in viaggio alla scoperta di sé e dell’altro”

Cammino Siena – Bolsena

3 – 8 Aprile 2018

 SullaFrancigena min   

“Scendo al fiume quasi ogni giorno al solo scopo di sedermi e osservare.

Guardo il fiume da trent’anni, un tratto di acqua ripida e trasparente, ampio circa centodieci metri.

 Se c’è una cosa che ho imparato, è che ogni volta che mi siedo a guardare mi si rivela qualcosa che ancora non conosco”.

(Barry Lopez)

   

 

Il 3 Aprile mattina, zaini in spalla, finalmente si parte! Grazie al contributo di tanti amici, all’impegno della scuola e all’entusiasmo dei ragazzi, un gruppo di circa venti studenti del triennio si metteranno in viaggio per compiere a piedi il tratto di 130 km della via Francigena che unisce Siena a Bolsena, dentro uno dei territori più belli del nostro paese.

Il nostro primo sogno era stato Santiago de Compostela, ma i costi importanti legati soprattutto al viaggio in aereo ci hanno consigliato di collocare in Italia la nostra avventura, per permettere a tutti gli allievi che stanno partecipando a questa edizione del “Progetto Europa” di essere pronti ai nastri di partenza.

Siamo certi che anche questa proposta saprà mantenere intatti la forza e il significato che solo esperienze di questo tipo sanno regalare.

Cammineremo sulla Via Francigena, la storica strada che dal Medioevo conduce i pellegrini provenienti dal nord dell’Europa verso Roma. Anche questa via, così come il Cammino di Santiago, costituisce ancora oggi per tante persone un luogo di esplorazione di sé e del mondo, di incontro con gli altri, la natura, la storia, la bellezza.

Saranno cinque tappe per cinque giorni, esattamente come sarebbe stato a Santiago, dentro un contesto paesaggistico forse ancora più emozionante di quello della Galizia.

La data della partenza è ormai alle porte: il 3 Aprile mattina prenderemo il treno per Siena e all’indomani cominceremo a camminare verso Ponte d’Arbia, San Quirico d’Orcia, Radicofani, Acquapendente e Bolsena.

Fra le tante angolazioni da cui guardare questa avventura, citiamo anche quella della riscoperta di una certa sobrietà. La nostra società ci ha abituati a volere tutto, essere sempre connessi col mondo, non mancare mai di nulla, col rischio a volte di perderci fra le cose. Per chi cammina, invece, è la leggerezza a fare la differenza. Ci auguriamo di tornare tutti con una rinnovata passione per l’essenziale e la condivisione.

Non ci resta che salutarvi e darvi appuntamento al nostro ritorno. Le nostre gambe saranno in qualche modo le gambe di tutta la scuola. Una scuola che viaggia, che scopre e si scopre.

La creatività fa scuola

"Radici ed orizzonti d'Europa da Ventotene a Strasburgo passando per Lampedusa"

dopo aver ricevuto il primo premio nazionale associazione EIP (Ecole Instrument de Paix)

riceve un altro importante riconoscimento al concorso “La creatività fa scuola – Percorsi di legalità” a cura dell’Agenzia DireGiovani.it.

Roma 24 novembre 2017 – Si e’ tenuto stamattina all’istituto ‘G. Galilei’ di Roma ‘La creativita’ fa scuola’, il tradizionale appuntamento che l’agenzia di stampa Dire e il portale diregiovani.it organizzano per valorizzare il lavoro svolto durante l’anno scolastico da studenti, docenti e dirigenti scolastici.

Protagonisti dell’evento i vincitori dei vari concorsi, da ‘Giornalisti in erba’ ad ‘Educare alla non violenza’, da ‘Percorsi di legalita” a ‘La scuola per ricominciare’.

LINK sito dell'evento con video intervista a un nostro studente del progetto

La creatività fa scuola 1

20171124 233742 COLLAGE

IL NOSTRO VIDEO VINCITORE DEL PREMIO


 

LA MEMORIA DEL FARADAY

Senza memoria non c’è futuro. E per non dimenticare l’orrore dell’Olocausto anche quest’anno Roma Capitale ha organizzato il “Viaggio della Memoria” nei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau" a cui ha partecipato il nostro Istituto portando una  rappresentanza dei nostri Studenti accompagnati dalla Professoressa E. Latini.

Polonia Latini

LINKGUARDA LE ALTRE FOTO

 


libri 2018  ecdl 
scuolavoro logo   inclusione
   
  FabLab
Faraday Formazione Futuro
ITI Faraday

           Seguici su facebook